Copertina de L’ARGINE
Marina Girardi, Rocco Lombardi
Becco Giallo Edizioni 2016

Aprile 1945. Frazchì è un bambino che vive a Cotignola, nella bassa ravennate, ai piedi dell’argine del fiume Senio dove il fronte della guerra si è bloccato ormai da mesi. La sua è una corsa contro il tempo: deve portare a ingravidare Ninetta, la capretta di famiglia, prima che la fame prenda il sopravvento e le bombe degli Alleati radano al suolo ciò che resta del paese.
Insieme a Ninetta, però, Frazchì deve portare con sé anche il peso di un segreto pericoloso.

Marina Girardi e Rocco Lombardi, fondendo due stili opposti, pittorico e vibrante il primo, cupo e graffiante il secondo, ci restituiscono la complessità dello sguardo di un bambino, che si trova di fronte all’orrore e alla violenza della guerra, ma anche alla straordinaria resistenza di una comunità che – in pieno assedio nazifascista – ha saputo offrire rifugio e salvezza a centinaia di perseguitati.

Dal fumetto, di 136 pagine, e prodotto dal Museo Civico Luigi Varoli, è stato tratto anche un concerto con musiche dei Ronin e i disegni dal vivo dei due autori.

In quest’occasione i Ronin hanno anche sonorizzato, per il museo, un filmato inedito di circa 12 minuti proveniente dagli archivi neozelandesi che mostra il primo ingresso delle truppe alleate in Cotignola