Galleria

Cotignyork è una settimana alla rovescia in cui Cotignola si trasforma per essere restituita ai bambini, e ai grandi curiosi anche, con una serie di azioni, occupazioni felici, incontri e appuntamenti che invitano a riappropriarsi dei luoghi; e a riscoprirli attraverso un ramificarsi del Museo Varoli e della Scuola Arti e Mestieri che in questa occasione escono dai muri e dalle stanze per invadere e investire il paese tutto, la sua piazza, le strade, i parchi e i giardini, e pure gli edifici abbandonati.

Questa sorta di rivoluzione gentile è fatta da un fitto calendario di proposte che mette sempre al centro l’arte come pratica di emancipazione, scoperta e possibilità di cambiare o spostare il punto di vista, e così il nostro sguardo sulle cose e il mondo: allora ecco pomeriggi di laboratori di disegno e pittura con artisti, spettacoli di teatro di figura e disegnato, il racconto e la lettura ad alta voce al tramonto, parate e maschere in cartapesta, pupazzi che vanno a spasso, cene in strada e i laboratori del pane in piazza con i fornai del paese, un percorso sensoriale che trasforma una strada intera in un morbido tappeto in cui camminare scalzi e sentire i materiali molti, un campeggio nel parco della scuola e una costellazione di  eventi a scandire la notte, e il museo naturalmente e le mostre.

Dal 2015 la locandina della manifestazione è affidata ogni anno a un artista che reinterpreta la piazza abitandola con i suoi disegni.

Edizione 2017

Locandina Cotignyork 2017