Sezione Luigi Varoli Palazzo Sforza

Il laboratorio di Luigi Mangiafuoco (La fabbrica della cartapesta)

L’attività parte dalla visione e scoperta dei mascheroni in cartapesta del Museo Varoli (che raffigurano reali personaggi cotignolesi), per poi sperimentare l’utilizzo di questo materiale povero e fragile, prezioso e magico al tempo stesso, perché capace di infinite trasformazioni mimetiche.

Il laboratorio prevede quindi l’utilizzo delle tecniche della cartapesta (a strisce e a macero), vera e propria modalità e pratica di riciclo e recupero con la quale si costruiranno burattini, pupazzetti e sculturine. Quasi giocattoli, a cui dare nome e voce sino ad animarli: altri amici, nuovi abitanti…

– Il laboratorio si apre con una visita al museo e si conclude con l’attività manuale presso la scuola arti e mestieri.
– Il percorso può essere svolto dalla scuola dell’infanzia, scuola primaria, secondaria inferiore e superiore, e adulti.
– L’esperienza può essere strutturata in uno, due o tre incontri di due ore ciascuno, con gradi di complessità modulati in base alle età dei gruppi (dalla palla alla maschera e burattino).  

Museo e Casa Varoli

Feticci e piccoli sciamani

Un laboratorio “animista” per piccoli artisti selvatici che prende il via e spunto dall’innamoramento ed utilizzo di materiali disparati da parte del maestro Varoli.

Un’attività che mette quindi al centro l’invenzione, la scoperta, il riutilizzo e recupero creativo delle cose “trovate”; un’attitudine alle tecniche miste, a mescolare cose, materiali e linguaggi. Un provare a tenere insieme mondi.

Un animare la materia sino a farla diventare, ad esempio, animale appartenente ad un bestiario fantastico, un mostriciattolo o robot, una maschera faccia tribaloide, una scultura quasi magica e rituale, un bassorilievo multimaterico da sentire anche ad occhi chiusi…

(Dal filo di ferro alla stoffa, dall’assemblaggio di materiali di recupero alla cartapesta) 

– Il laboratorio si apre con la visita al museo e si sposta per l’attività manuale alla scuola arti e mestieri.
– Scuola dell’infanzia, scuola primaria, secondaria inferiore e superiore, adulti.
– Uno o due incontri di due ore ciascuno.

Casa Varoli

Disegnare per vedere meglio

Una visita guidata-laboratorio alla Casa di Varoli, alle sue sezioni che ne fanno una vera e propria casa delle meraviglie, luogo un po’ misterioso con bestiari, maschere, burattini, marionette, strumenti musicali e tanto altro. Il disegno dal vero come “arma” per scoprire, ricordare e vedere meglio sarà lo strumento privilegiato per una indagine su questo luogo.

Una caccia ed esplorazione da fare equipaggiati solamente di parole e di taccuino, matite morbide e carboncini, per incontrare le meraviglie di una collezione bizzarra e affascinante.

Per crearsi, attraverso i disegni fatti e i percorsi scelti all’interno delle stanze, una propria speciale e privata wunderkammer (sperimentando alcune tecniche, trucchetti e giochi divertenti da applicare al disegno dal vero).

– Tutto il laboratorio si svolgerà a  Casa Varoli
– Scuola primaria, secondaria inferiore e superiore, adulti
– Un incontro di due ore

l numero di partecipanti ai laboratori del Museo Civico Luigi Varoli va da un minimo di 10 ad un massimo di 30 persone

Periodo di svolgimento da settembre a giugno

Per  prenotazioni e informazioni telefonare alla Scuola Arti e Mestieri 0545 42110
o alla segreteria del Museo presso l’Ufficio Cultura del Comune di Cotignola
0545 908879, oppure scrivere una email a: mfabbri@comune.cotignola.ra.it.

Il costo per un laboratorio, comprensivo di visita al museo, è di 4 euro per ogni bambino; la durata varia dalle 2 alle 3 ore.

Possibilità in aggiunta, con la bella stagione, di passare un pomeriggio al Parco Pertini, oasi naturalistica con caprette, pavoni, conigli, giochi per bambini e spazi attrezzati per pranzi al sacco.