Cotignyork è una settimana alla rovescia in cui Cotignola si trasforma per essere restituita ai bambini, e ai grandi curiosi anche, con una serie di azioni, occupazioni felici, incontri e appuntamenti che invitano a riappropriarsi dei luoghi; e a riscoprirli attraverso un ramificarsi del Museo Varoli e della Scuola Arti e Mestieri che in questa occasione escono dai muri e dalle stanze per invadere e investire il paese tutto, la sua piazza, le strade, i parchi e i giardini, e pure gli edifici abbandonati.

Questa sorta di rivoluzione gentile è fatta da un fitto calendario di proposte che mette sempre al centro l’arte come pratica di emancipazione, scoperta e possibilità di cambiare o spostare il punto di vista, e così il nostro sguardo sulle cose e il mondo: allora ecco pomeriggi di laboratori di disegno e pittura con artisti, spettacoli di teatro di figura e disegnato, il racconto e la lettura ad alta voce al tramonto, parate e maschere in cartapesta, pupazzi che vanno a spasso, cene in strada e i laboratori del pane in piazza con i fornai del paese, un percorso sensoriale che trasforma una strada intera in un morbido tappeto in cui camminare scalzi e sentire i materiali molti, un campeggio nel parco della scuola e una costellazione di  eventi a scandire la notte, e il museo naturalmente e le mostre.

Dal 2015 la locandina della manifestazione è affidata ogni anno a un artista che reinterpreta la piazza abitandola con i suoi disegni.

Dal 2002 a oggi, in questi anni, per la festa che ha reso visibile e concreta la connessione fertile tra la Scuola Arti e Mestieri e il Museo Varoli di Cotignola, aprendoli, espandendoli e portandoli in strada e nei parchi con le loro attività e proposte, abbiamo fatto un sacco di cose che desideriamo adesso mettere un po’ in fila e in ordine. Ecco quindi un elenco e lista, di certo incompleti e imperfetti, ma che possono restituire in parte la portata e complessità felice di questo movimento che ha messo al centro le bambine e i bambini, le ragazze e i ragazzi credendo sempre nelle loro intelligenze e sensibilità, differenti, divergenti e molte:

i bambini che fanno il pane e la pizza in piazza con i fornai, cuocendola e mangiandola all’aperto / una lunga strada coperta di erba, sabbia, semini, stoffe, paglia, foglie e altre cose belle e morbide su cui camminare scalzi / labirinti di cartone e scatoloni, e legni e rami con ragnatele di fili colorati / parate per il paese con bande musicali e maschere di cartapesta e musei all’aperto di teatro immobile con pupazzi, maschere, bestiari e personaggi portati fuori dalla scuola ad abitare parchi e cortili / scorribande in bicicletta nelle campagne e lungo il fiume / pic nic, merende e cene in strada e nei parchi o in mezzo alla piazza / partite di pallone ovunque / notti e risvegli al museo ed esplorazioni a lume di candela nella casa del maestro, con streghe, lupi e mostri sparsi / laboratori con artisti di disegno, pittura, cartapesta, collage, ceramica, fumetto, stampa, scultura, seconda vita delle cose, archeologia, land art, eccetera eccetera eccetera / il cinema, letture ad alta voce, spettacoli di teatro disegnato e teatro di figura, concerti, spesso anche questi disegnati, tutto all’aperto e gratuito / un campeggio finale nel parco / mostre e installazioni al museo, in cortili e in luoghi insoliti, e case sonnambule e semi abbandonate risvegliate, aperte e restituite temporaneamente… e tanto tanto altro.

Abbiamo facilitato e stimolato incontri tra artisti e talvolta dato luogo a piccole produzioni create appositamente per questi luoghi e presenze come ben testimoniato dal programma 2019 appena concluso / abbiamo collaborato con tutte le scuole di ordine e grado di Cotignola e Barbiano e con le associazioni ricreative, culturali e sportive del territorio / abbiamo favorito e cercato l’incontro tra età diverse e il mescolarsi di pubblici con la convinzione che quando una cosa è ben fatta può funzionare spesso sia per i grandi che per i più piccoli, senza dover sempre lavorare per categorie o gruppi, o cerchie sempre più ristrette e specializzate, cercando in tutto questo di evitare la banalizzazione e l’appiattimento, semmai alzando sempre l’asticella del gioco impegnato e della quasi arte a rifare un paese.

Ringraziamo tutti, bambine e bambini, ragazze e ragazzi, maestre e insegnanti, genitori, nonni, curiosi, famiglie, volontari, gli studenti, le associazioni cotignolesi, chi ci ha aiutato e anche chi ci ha sopportato pazientemente, e gli artisti invitati in questi anni:

Alessandro Martoz Martorelli | Luca Ronga | Paolo Benvegnù | Officine della Cultura | Antonio Catalano | Gek Tessaro | Silvio Castiglioni | Gio Pistone | Denis Riva | Ronin | Teatro Medico Ipnotico | Teatro del Drago | Famiglia d’arte Monticelli | Alfonso Cuccurullo | Alessia Canducci | Dany Greggio | Elena Bucci | Le Belle Badiere | Davide Reviati | Claudio Ballestracci | Girovago & Rondella | Compagnia Dromosofista | Claudio Cavalli | Artexplora | Tanti Cosi Progetti | Danilo Conti | Antonella Piroli | Fabio Pignatta | Abderrahim El Hadiriu | Cicogne Teatro | Canicola | Michelangelo Setola | Vinz Beschi | Irene Tedeschi | PInAC | Vladimiro Strinati | Marina Girardi | Rocco Lombardi | Piero Dosi | Daniele Casadio | Magda Guidi | Giovanni Lanzoni | Giuliano Guatta | Beatrice Pucci | Marino Neri | Stefano Ricci | Emilio Varrà | Ettore Dicorato | Matteo Scaioli | Roberto Papetti | Lorenzo Nanouk Testardi | Mattia Simoncelli | Teatro Due Mondi | Capra & Cavoli | Saula Cicarilli | Ferruccio Filippazzi | Massimo Ottoni | Ivano Marescotti | Officine Duende | Compagnia delle Biglie Palomar | Vanessa Sorrentino | Agnese Baruzzi | Federico Squassabia | Aidoru | Nicoletta Fabbri | Stefano Bisulli | Pier Paolo Paolizzi | Gianni Zauli | Laurence Barthomeuf | Pamela Casadio | Alice Iaquinta | Lucia Baldini | Marzia Bianchi | Marilena Benini | Ana Hillar | Oscar Dominguez | Lucia Bubilda Nanni | Rita Ravaioli | Dacia Manto | Georgia Galanti | Cinzia Ortali | Daniela Perani | Heriz Body Anam | Silvia Chiarini | Monica Zani | Roberta Galassini | Luca Salmistraro | Massimo Modula | Sabrina Foschini | Andrea Ghetti | Milo e Olivia | Musicanti di San Crispino | Andro Atuttotondospettacoli | GambeinspallaTeatro | Eldi Veizaj | Simone Luschi | Amanda Chiarucci | Filippo Farneti | Mascia Lucci | Michele Bombatomica And The Hot Teapons | Orlando della Morte | All’InCirco | Unnico Andrea D’Amico | Johnny Paguro | Remida Bologna Terre d’Acqua | Federico Manzone | Paolo Cattaneo | Cristina Portolano | Nicola Alessandrini | James Kalinda | Tellas | Gola Hundun | Chiara Prodi | Stefano Tedioli | Roberto Ballestracci | Banda Musicale città di Russi

Galleria dell’edizione 2019

Programma dell’edizione 2019

Edizione 2018

Edizione 2017